some image

Tag conto deposito

Nuovi tassi, vecchia storia, quindi…?

Tag:, , , , Vita da...quasi normale
featured image

 

Mario Draghi ha reso ancora più strano il nostro mondo:

 

MONDO NORMALE

  • Prendo soldi alla banca –> pago un interesse negativo
    (es. per un mutuo 1,40% CLICCA QUI ).
  • Porto soldi in banca -> percepisco un interesse positivo
    (es. tasso sul deposito di Banca Mediolanum 1,00% per i soldi nuovi CLICCA QUI ).

 

MONDO DOPO GLI INTERVENTI DI MARIO DRAGHI 

Tassi che si applicano alle banche che portano/prendono soldi dalla BCE:

  • Una banca che prende soldi dalla BCE –> paga lo 0,25% (prima era 0,30%).
  • Una banca che porta soldi in BCE –> percepiva un tasso che era 0,30% e che dal 16/03 è 0,40%.

CLICCA QUI PER MAGGIORI INFORMAZIONI

 

Quindi,  la banca che porta soldi in BCE paga per farsi tenere i soldi, e dalla scorsa settimana paga ancora di più.

I tassi sono NUOVI  perché sono ulteriormente SCESI

La storia è la stessa = PAGO PER FARMI TENERE I SOLDI

 

QUINDI COSA SUCCEDERA’ PER NOI COMUNI RISPARMIATORI?

  • I tassi monetari (Euribor) collegati ai prestiti scenderanno ancora, ecco un piccolo spaccato di quello che sta accadendo:

 

Mese Euribor 3 mesi
giugno 2015 0,01%
luglio 2015 -0,02%
agosto 2015 -0,03%
settembre 2015 -0,04%
ottobre 2015 -0,05%
novembre 2015 -0,08%
dicembre 2015 -0,13%
gennaio 2016 -0,15%
febbraio 2016 -0,18%

Prestiti e Mutui costeranno di meno.

Gli investimenti, cioè i Conti Deposito, caleranno ancora.

Il valore esiste ancora, ma si è spostato, bisogna andarlo a ricercare.

Infatti nel NOSTRO MONDO STRANO, fino a 3 anni con i BTP si paga per farsi tenere i soldi (che è un bel modo per dire che certamente perderai soldi).

Quindi mi sa proprio che dovremo confrontarci, nei prossimi incontri, per capire dove oggi c’è valore e che prezzo devi pagare per avere quel valore.

Io ci sono.

LE 5 INDICAZIONI PER GESTIRE AL MEGLIO LA LIQUIDITA’

Tag:, , L'esigenze del cliente
featured image

Il Corriere Economia ha fatto un interessante scenario a inizio anno chiudendo con una bella domanda: l’unico modo per far rendere la liquidità più dell’inflazione sono i conti deposito?
Cerchiamo insieme di rispondere a questo quesito, che presenta come irresistibili appunto i conti deposito.

I BOT, i titoli di stato, che hanno durata 12 mesi, hanno come rendimenti lo 0.38% . Quindi vuol dire che se voi investite 1.000 € nei BOT avrete 3,80 € di rendimento … lordi ovviamente, a cui dovete togliere l’impostata statale sui capital game (sui guadagni), le commissione d’acquisto e la tenuta dossie se la vostra banca ve la fa pagare.

Per questo Il Sole 24 Ore e il Corriere Economia propongono i conti deposito. Ma cosa sono questi conti deposito?
Sono strumenti di parcheggio di liquidità che hanno la possibilità di effettuare diversi vincoli (di solito). Normalmente quelli più utilizzati sono i 12 mesi e danno come rendimento molto di più rispetto ai BOT.

Quali sono le cose importanti quando scegliamo un conto deposito? Cosa dobbiamo tenere sotto controllo?

  1. TAEG: tasso annuo effettivo globale. Fondamentalmente è quanto rende. La cosa importante è tenere sotto controllo l’omogeneità di questo rendimento. Controllando o tutti i lordi o tutti i netti.
  2. CAPITALIZZAZIONE: ogni quanto staccano gli interessi. Trimestralmente…
  3. SPESE: ok, ha un buon rendimento, ma quanto costa?
  4. OPZIONI DI VINCOLO: posso fare delle opzioni di vincolo a tre mesi, sei mesi..
  5. TUTELA: se il conto deposito è tutelato dal contratto di tutela del fondo interbancario.

Queste sono le 5 indicazioni per gestire al meglio la liquidità e quindi quella somma di denaro che ci serve per essere sereni.
Il tutto va inserito in una idonea pianificazione finanziaria…con un professionista che vi segua…

Se volete approfondire questo o altri temi, come sempre,

Io ci sono